Ci dai una mano?

Sabato 11 settembre, il Telefono Azzurro Rosa ospiterà, presso il parco Morbidò, l’evento organizzato dal Consiglio di Quartiere «Lamarmora» per regalare a quasi trenta giovani aiutati dall’associazione Eméra il materiale scolastico è stato raccolto presso numerosi sponsor e tante donazioni di privati cittadini.

Sarà un’occasione, quindi, per essere ancora una volta vicini ai minori, coerentemente con la mission che dal 1988 costituisce il nostro obiettivo e la ragione della nostra attività. Per questo, ci uniamo al Consiglio di Quartiere «Lamarmora» nel ringraziare quanti hanno collaborato, ed auguriamo ai giovani che interverranno di poter trarre il massimo beneficio dall’anno scolastico che sta per iniziare.

Riflessioni sulla tragedia di Vanessa

A proposito dell’assassinio della giovane Vanessa ad opera del suo ex, vorremmo innanzitutto inviare le più sentite condoglianze alla famiglia Zappalà, che in questo momento si chiederà perché sia accaduta questa cosa e che forse si poteva evitare con più acume, professionalità, tempestività e collaborazione anche con il volontariato locale e nazionale.

Quindi è l’occasione, questa, per rivolgersi a tutte le donne che vivono le stesse situazioni persecutorie di Vanessa, perché sporgano sicuramente la denuncia, ma immediatamente dopo le prime avvisaglie di violenza e minacce, e contemporaneamente si rivolgano anche alle associazioni di volontariato, tipo la nostra, Telefono Azzurro Rosa, per essere accompagnate durante tutto il percorso che seguirà dopo l’avvenuta denuncia, così da garantire che le minacce non abbiano séguito.

Capisco lo scetticismo di chi leggerà quanto stiamo dicendo, ma io mi auguro che tutte le Associazioni che si occupano di Violenza alle Donne siano in grado (e ne sono certa) di mettere in atto tutte le misure necessarie, caso per caso, per evitare quanto accaduto a Vanessa.

Sicuramente dobbiamo fare un salto di qualità, tutti, Scuola, Forze dell’Ordine, Volontari, Consulenti, e perché no, anche Avvocati e Magistrati, per poter collaborare, ciascuno con le proprie competenze, anche se difficilissimo, per porre fine a questo sterminio di donne.

Per quanto riguarda noi del Telefono Azzurro Rosa, ci abbiamo provato tante volte, ma ci siamo resi conto che ognuno pensa al proprio orticello, a danno della soluzione dei problemi.

Siamo a disposizione di chiunque volesse collaborare, per arrivare a dire, finalmente “basta violenza sulle donne”!

Ivana Giannetti
Presidente del Telefono Azzurro Rosa

Un altro femminicidio

Penso a quella giovane e bellissima ragazza di 26 anni, Vanessa Zappalà, uccisa sul lungomare di Acitrezza nel Catanese, con vari colpi di pistola alla testa, dall’ex fidanzato che aveva denunziato per stalking.

Ecco, l’AVEVA DENUNZIATO con coraggio e determinazione: che altro doveva fare?

Che cos’altro può fare una ragazza piena di sogni e di speranze oltre che denunziare, perché quella persecuzione avesse fine?

Qual’è stata la risposta delle Istituzioni competenti, che ben sapevano che il soggetto deteneva un’arma regolarmente denunziata ?

In casi come questo non c’è che un unico rimedio possibile: BRACCIALETTO ELETTRONICO e obbligo di firma 2 volte al giorno in Caserma, o CARCERE duro.

Vogliamo porre fine a queste esecuzioni o aspettiamo che altre donne vengano trucidate?

Basta con queste aberranti violenze e diamo un significato alla solita frase “NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE”.

Ma l’avete vista la foto di questa bellissima e dolcissima ragazza assassinata ? A me non dà tregua e, avendo lavorato 40 anni in Polizia, penso che avrebbe potuto essere salvata, come tantissime altre donne.

Non mi spingo mai così oltre, ma alla mia età voglio esprimere tutto il mio dolore per queste assurde morti.

BASTA, BASTA, BASTA!!! e non mi tocca che l’omicida si sia suicidato.

Ivana Giannetti – Presidente del Telefono Azzurro Rosa

Ma Saman è ancora viva?

Da giorni, tutti noi volontari del Telefono Azzurro Rosa, ci chiediamo che fine abbia fatto Saman Abbas, la ragazza pakistana contrastata dalla famiglia per non volere un matrimonio combinato.

Se ne sente parlare sempre meno, forse proprio perché pakistana? Forse solo perché appartiene alla comunità pakistana? Saman è (vogliamo credere che possa essere ancora viva, anche se hanno terminato di cercarne il corpo) una ragazza di diciotto anni nata in Pakistan, giunta in Italia giovanissima, e ben inserita nella comunità di Novellara, amante della libertà e della vita, tanto da tentare di far capire ai propri familiari la sua scelta di amare un coetaneo, pure pakistano, ma non quello che avevano scelto i genitori.

Non possiamo permettere che lo straniero che vive in Italia non possa adeguarsi ai nostri valori più alti, come la liberà e l’autodeterminazione.

Riteniamo che non abbia avuto molto supporto questa giovane ragazza da noi italiani in particolare e, men che meno, da una comunità pakistana ben radicata in Italia. Dopo la sua scomparsa, pochi si sono attivati e mobilitati per manifestare la solidarietà nei confronti di questa vittima di una mentalità poco civile.

Quanti politici, quanti rappresentanti del dialogo con il mondo pakistano, si sono levati in difesa di questa giovane vittima di un fallimento dell’integrazione tra diverse culture?

Dove è l’onorevole Boldrini con i suoi amici? Perché non si sono inginocchiati di fronte a questo grave insulto nei confronti delle donne?

Noi vogliamo ancora sperare che Saman sia viva e che prima o poi torni tra noi. In tal caso l’accoglieremmo volentieri presso la nostra sede, e questo invito lo estendiamo anche tutte le altre “Saman” che si trovassero a vivere le stesse situazioni.

III Edizione di Benessere Solidale

Sabato 12 Giugno 2021 dalle 10 alle 20 – presso la sede del Telefono Azzurro Rosa, in Via San Zeno, 174 BRESCIA

 “Una giornata di solidarietà aperta a tutti, grandi e piccini, durante la quale impareremo a prenderci cura della nostra salute raccogliendo fondi a sostegno dell’operato del Telefono Azzurro Rosa.”

 Programma (lezioni interattive – teorico/pratiche):

  • ore 10.00 ALIMENTAZIONE e alimenti atti a rafforzare il sistema immunitario con il Biologo Nutrizionista Dr. Giovanni Corsetti
  •  ore 11.30 FENG SHUI come creare armonia negli ambienti domestici con Milva Bigoni (Naturopata, Consulente Maharishi Ayurveda e Aura – Soma)
  •  ore 14.00 AYURVEDA le basi della medicina indiana e consigli utili per la quotidianità con Giacomo Belotti (Divulgatore scientifico ayurveda)
  • ore 15.15 METODO REME pratiche per alleviare dolori muscolari e articolari con Angelica Dalprà (Operatore olistico Siaf – Mobility Trainer del Metodo Reme)
  • ore 16.30 FIORI DI BACH cosa sono, come e quali utilizzare in questo periodo storico per migliorare il tono emozionale con Alessandra Balduzzi (Naturopata, specializzata in floriterapia)
  • ore 18.00 AUTODIFESA atta a spiegare i fondamenti della tutela fisica, delle dinamiche psicologiche ed istintive con Angelo Ferrari (Ex Poliziotto, Esperto di Arti Marziali Palestra Shinobi Club Brescia)

La partecipazione ad un singolo incontro richiede un’offerta minima di Euro 10 – Per chi vorrà seguire più lezioni, dopo la prima, il contributo sarà di Euro 5,00 cad.

  • Per tutti i bambini sarà in funzione gratuitamente il Parco di Morbidò del Telefono Azzurro Rosa e verrà dato loro un omaggio per la presenza.
  • Durante l’intera giornata, per chi volesse contribuire, all’interno della sede del Telefono Azzurro Rosa, raccoglieremo generi alimentari che verranno in seguito distribuiti a famiglie in difficoltà.

Il tutto si svolgerà nel più completo rispetto delle norme di sicurezza previste dalla legge in ambito Covid-19

                 Evento organizzato da:

  • Energia Vitale – Agnese Della Noce: info al cell. 348 5665875

 

  •   Metodo Reme – Angelica Dalprà: info al cell. 338 5913519

Cinque Per Mille

Nel 2020 in Italia ci sono stati 112 femminicidi.

Nel 2020 al Telefono Azzurro Rosa di Brescia siamo stati chiamati per più di 600 situazioni problematiche che abbiamo affrontato prevenendo la violenza di genere.

E questo anche grazie al 5 per mille che da trent’anni ci viene devoluto: puoi aiutarci anche tu, indicando il nostro codice fiscale: 980 374 501 72

Per sapere come viene utilizzato, iscriviti alla nostra newsletter, e riceverai (in modo discreto e non assillante) notizie delle nostre attività: clicca qui, inserisci il tuo indirizzo e-mail, e assicurati di ricevere la conferma (nel caso, ripeti l’operazione: abbiamo subìto un attacco hacker, e a volte, per sicurezza, al primo tentativo non avviene l’iscrizione)

Buona Pasqua 2021

Ringraziando per il costante sostegno alla nostra Mission di contrasto alla violenza contro le donne ed i bambini, e di sostegno alle famiglie bisognose con i pacchi viveri che riusciamo ad avere.
Confidando di poter aprire al più presto anche il nostro Parco Morbidò, auguriamo una felice Pasqua 2021!

Ivana Giannetti ed i Volontari del Telefono Azzurro Rosa

 

 

 

 

Per essere sempre informato sulle nostre iniziative, iscriviti alla News Letter (e verifica di ricevere la conferma: avendo subito un attacco hacker al nostro indirizzo di posta, a volte viene richiesto di ripetere l’iscrizione perché la prima volta non viene accettata. Ci scusiamo per il disagio)

La nostra «newsletter»

Abbiamo penato un po’, ma finalmente ce l’abbiamo fatta: il nostro «apprendista stregone» dell’informatica aveva combinato un guaietto, cancellando tutti gli indirizzi già raccolti precedentemente, quindi occorre che, chi desidera restare informato in merito all’attività del Telefono Azzurro Rosa si iscriva nuovamente, cliccando su questo link: www.azzurrorosa.it/iscrizione-newsletter (basta cliccare sulla parte sottolineata per raggiungerlo)

Chi si iscrive riceverà, all’indirizzo segnalato, una mail per la richiesta della conferma e, solo in seguito alla risposta, partirà il Servizio Newsletter del Telefono Azzurro Rosa.

Si tratta di un servizio coerente con tutta la normativa attuale, compresa la presenza, in ogni email, del link per rinunciare al servizio: in quel caso, l’indirizzo verrà cancellato e non resterà alcuna traccia.

Questo Servizio consisterà nella spedizione, da parte nostra, di una mail ogni volta in cui avremo novità che penseremo importanti da diffondere: la notizia sarà presente anche su Facebook, ma agli iscritti arriverà direttamente nella posta elettronica, così da essere sicuri di ricevere l’informazione.

Abbiamo intenzione di essere molto discreti: utilizzeremo la Vostra posta elettronica soltanto per informazioni utili relativamente alla nostra mission di contrasto alla violenza contro le donne ed i bambini, e di iniziative a beneficio dei nostri iscritti.

 

logo ambrosi

Ambrosi e Telefono Azzurro Rosa contro la Violenza

Anche quest’anno, per la decima volta, riproponiamo le giornate “Ambrosi e Telefono Azzurro Rosa contro la violenza”.

Come sempre, quanto raccolto servirà per la nostra mission, di contrasto alla violenza sulle donne e sui bambini, e anche per l’aiuto ai più fragili con la distribuzione di pacchi viveri ed altri aiuti materiali.

Ti aspettiamo venerdì 18, sabato 19, e domenica 20, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Per evitare assembramenti, il nostro banchetto sarà presso la sede del Telefono Azzurro Rosa, in via San Zeno, 174, a Brescia, con l’ingresso dal cancello sull’arteria che porta alla Tangenziale, accessibile anche in macchina. Clicca qui per la cartina: https://www.azzurrorosa.it/dove-siamo/

Per informazioni, chiamare il 337 427363.